Resoconto Consiglio di Amministrazione del 18 Settembre

Europe/Rome
    • 10:00 10:20
      1. Comunicazioni del Presidente 20m
      • Il Presidente ricorda che la Direzione Generale, su mandato del Presidente, dopo avere verifiicato col MIUR l'operatività del nuovo Statuto, ne ha dato comunicazione a tutto il personale. La Presidenza ha già attivato i gruppi di lavoro per il definitivo completamento dei Regolamenti e Disciplinari che ne conseguono.

      • Il Presidente comunica che il Decreto del FOE 2018, rivisto dal MIUR in base ai pareri delle Camere, è stato firmato e ne
        illustra i contenuti. Il Presidente ricorda altresì che l'INAF in base al D.M. 92 del febbraio 2018 ha incassato un budget "una tantum" relativo alle premilaità 2016 e 2017, dell'ordine di 12 Milioni di Euro. La Direzione Scientifica produrrà un piano di allocazione di queste risorse per un binennio, anche alla luce delle proposte che il Presidente formularà nei punti successivi dell'OdG.

      • Il Presidente comunica che la firma della Convenzione per l'istitutzione delle IGO di SKA è prevista a dicembre.

      • Il Presidente comunica che proseguono, sotto la guida del MIUR, i negoziati per la costituzione dell'ERIC di CTA di cui ci sarà ai primi di ottobre le terza sessione. A questo proposito, il Presidente fa presente di avere dato mandato alla Direzione Scientifica e alla Direzione Generale di procedere con le azioni connesse al completamento del Mini-Array "ASTRI".

      • Il Presidente comunica che, a valle della valutazione da parte del CdA del modello operativo di SRT, di cui ad un punto specifico all'OdG, SRT sarà inserito nella "Call" imminente per le osservazoni con le antenne dell'INAF. Il Presdente ha fatto presente alla Direzione Scientifica la necessità di acquisire dall'ASI la stima della percentuale di utilizzo per il periodo di riferimento, così da indicarla nel bando. Il Presidente ha anche fatto presente che alla conclusione dei lavori del TAC, sarà necessario acquisire dall'ASI la proposta di schedula delle loro attività, così da integrarla con le osservazioni approvate per la radioastronomia.

      • Il Presidente illustra i contenuti di massima e il format generale di alcune nuove brochure definite con la Struttura per la Comunicazione e la Direzione Scientifica, con la collaborazione di alcuni Ricercatori.

      • Il Presidente invita il vice-Presidente Cappellaro ad aggiornare il CdA sull'ultima riunione della Consulta, alla quale ha partecipato in rappresentanza del Presidente.
        Il Consigliere Cappellaro informa che, in seno alla Consulta, si è discusso delle problematiche del salario accessorio in relazione alla stabilizzazione: la circolare che consentiva di allargare il fondo per coprire le nuove necessità in seguito alle stabilizzazioni non è stata ratificata dalla Corte dei conti. Ancora non sono note le motivazioni. Viene proposto di preparare entro pochi giorni un documento per portare la problematica (che probabilmente richiede un intervento legislativo urgente) all’attenzione del Presidente del Consiglio.

      • Il Presidente fa presente che l'Ufficio Risorse Umane ha prodotto una attenta e approfondita disamina giuridica della situazione della ricostruzione di carriera di alcuni dipendenti, per i quali emerge qualche criticità. La questione è già stata oggetto di ricorsi esperiti da dipendenti con la qualifica di astronomo. Il Presidente a questo proposito, ha ritenuto che in effetti, alla luce delle vigenti norme applicabili, si potrebbe configurare nella sostanza una disparità di trattamento per i dipendenti in questione e, con la nota allegata, ha fatto presente all'Uffici e al Direttore Generale l'opportunità di sospendere temporaneamente l'iter procedurale e di approfondire la materia anche col Ministero della Funzione Pubblica. Il Presidente comunica anche che nel frattempo è arriviata agli Uffico e ai Consiglieri una nota da parte di uno dei ricorrenti, che ribadisce le loro ragioni e suggerisce alcune soluzioni. Il Presidente, pur comprendendo nella sostanza la preoccupazione del personale in questione, fa presente che:
        a) la disamina giuridica di questi casi viene fatta dagli Uffici della Direzione Generale e costituisce il quadro di riferimento che il CdA tiene in cosiderazioni per le sue determinazioni, e questo quadro di riferimento include il Regolamento del Personale, approvato dal MIUR a suo tempo;
        b) Nei casi in cui gli Organi di governo dell'Ente rilevino che nella sostanza il quadro normativo configura situazioni di diversità di trattamento, è certamente opportuno che gli Organi di governo dispongano di approfondire la questione coi Ministeri vigilanti, ma non è nei poteri del CdA fare altro. Il Presidente chiede al DG di riferire ai Consiglieri la problematica.

      • Sempre in tema di questioni connesse a rivendicazioni del personale, il Presidente fa presente che, per errore, una informativa del Dr. Sperello ai colleghi del 13 settembre 2018 avente per oggetto "Cessione di ferie a colleghe/i che ne abbiano bisogno" è circolata sulla lista istituzionale "dipendenti" e non sulla lista aperta "discussioni".Trattandosi appunto di una lista istituzionale, la nota ha generato una lunga serie di richieste all'Ufficio competente, che andranno invece ripresentate a valle delle istruzioni che l'Ufficio sta predisponendo in una apposita circolare. A questo proposito, si raccomanda alla Direzione Generale di verificare i diritti di accesso alle liste istituzionali, onde evitare ulteriori disguidi del genere, e si fa presente ai dipendenti che le istanze vanno inoltrate agli Uffici in base alle procedure che gli stessi Uffici predispongono (nella fattispecie è in corso di predisposizione una circolare). Onde evitare ulteriori disguidi, si fa presente che sono i vertici degli organismi gestionali gli unici soggetti titolati a individuare i responsabili dei procedimenti.

      • Il Presidente comunica che, su disposizione della Direzione Generale, il Tavolo Tecnico Permanente per il Patrimonio Immobiliare ha inviato alla Presidenza la bozza del "Regolamento per la disciplina del fondo incentivante per le funzioni tecniche", che il Presidente pone all'attenzione dei Consiglieri (in allegato). In base alle norme, prima di essere formalmente approvato dal CdA, il Regolamento deve essere comunque oggetto di trattativa con le OOSS, e sarà pertanto portato al primo tavolo utile, Il Direttore Generale aggiornerà nelle sue comunicazioni lo stato di avanzamento dei suoi approfondimenti normativi e le implicazioni di budget.

      • Il Presidente informa che è arrivata dal Dr. Bolli, di Arcetri, la proposta di costituire una Unità di Ricerca INAF all'interno della Società Italiana di Elettromagnetismo (SIEM, http://www.elettromagnetismo.it/). Da quanto ha riferito il Dr Bolli per vie brevi, la SIEM è un'organizzazione no-profit, che ha come obiettivo principale quello di promuovere la ricerca nel campo dell'elettromagnetismo e fare rete all'interno del territorio nazionale. La SIEM è organizzata per unità di ricerca (principalmente università e qualche istituto del CNR): l'elenco completo è disponibile presso http://www.elettromagnetismo.it/research-unit/. Il Dr. Bolli ha fatto presente che all'interno dell'INAF esistono vari colleghi che si occupano di elettromagnetismo (in particolare applicato alla radio astronomia) e che pertanto si ritiene che potrebbe essere utile per dare maggior visibilità nel panorama nazionale a questa attività, creare un'unità di ricerca ordinaria che rappresenti l'INAF. L'adesione alla SIEM non richiede nessuna forma di pagamento da parte degli Istituti/Università, l'iscrizione è infatti individuale e costa circa 25 euro l'anno. E' stato verificato con alcuni colleghi tecnologi distribuiti tra IRA, OAC ed OAA il loro possibile interesse ottenendo vari riscontri positivi. Poichè la proposta è arrivata da pochi giorni e non è stato ancora possibile avviare l'iter istruttorio, il Presidente ne dà semplicemente comunicazione al CdA, e chiede al DS e al DG di riferire al prossimo CdA, sulla base dei documenti allegati.

    • 10:20 10:40
      2. Comunicazioni del Direttore Generale. 20m
      • Approdindimenti normativi sulla questione della ricostruzione di carriera, citata nelle comunicazioni del Presidente

      • Stato di avanzamento degli approfondimenti normativi e implicazioni di budget connesse alla bozza di Regolmento per il fondo incentivante citato nelle Comunicazioni del Presidente.

    • 10:40 11:00
      3. Comunicazioni del Direttore Scientifico. 20m

      -) La Direzione scientifica ha predisposto nel documento allegato una bozza di proposta operativa che recepisca le direttive del CdA espresse in passati verbali e delibere in relazione Procedure di rendicontazione ai progetti delle figure transitate e che transiteranno da TD a TI a seguito delle stabilizzazioni. Il Consiglio si riserva di rivedere al prox Cda il flusso decisionale degli Accordi attuativi con ASI, e nel frattempo chiede alla DS di trasmettere copia di eventuali Accordi in itinere o in fase di rinnovo, in base anche alla necessità di monitorare la procedura di recupero dei fondi.

      -) In seguito a richiesta per le vie brevi, il Direttore Scientifico informa che nulla osta di propri uffici a che Presidente e CdA inoltrino al MIUR la richiesta di aderire alla JIVE-ERIC. Si rammenta che tale iniziative deve essere intrapresa direttamente dal MIUR e pertanto originata dagli organi di governo dell'Ente. Si da mandato al DS di avviare il lavoro istruttorio necessario per predisporre una lettera del Presidente al MIUR.

      -) E' appena pervenuto il testo della convenzione tra SNS ed INAF (allegato) già approvato dagli organi di governo della SNS. Il DS chiede di avviare il procedimento per l'approvazione da parte di INAF.

      -) E' scaduto il termine per la presentazione delle proposte per interventi aggiuntivi sulla ricerca di mani-stream dell'Ente. Sono state ricevute 102 proposte.

    • 11:00 11:10
      4. Astensione del Direttore Scientifco Dott. Zerbi (riservato) 10m

      Il Cda prende atto della comunicazione riservata del Dott. Zerbi trasmessa al presidente e delibera di conseguenza.
      segue delibera

    • 11:10 11:20
      5. Adozione del Codice Etico di Comportamento 10m

      Il Presidente illustra il Codice di Comportamento elaborato dal CUG. Il CdA ne condivide impostazione e contenuti, e di da mandato alla DG di definire, in assenza di uno specifico quadro normativo di riferimento, l'iter procedurale di approvazione e di riferire alla prossima seduta.. Il Presidente inoltre chiede al DG di illustrare i percorsi normativi adottabili per la designazione del Consigliere di Fiducia, e di riferire al prossimo CdA utile.

    • 11:25 11:40
      6. Informativa relativa alle posizioni sindacali in relazione al Sistema di Valutazione della Performance 15m

      Il Presidente, sentito il DG, propone in conformità a quanto riferito all'ANVUR in data di ieri, di sottoporre il Piano Triennale della Performance all'approvazione definitiva del CdA nella seduta di ottobre, unitamente alla Relazione sulla Performance 2017. Riguardo al Sistema di Misurazione e Valutazione della Performance, il Presidente fa presente che convocherà quanto prima un incontro con le OOSS per acquisire in merito le proposte di modifica che le OOSS stesse hanno preannunciato ma che non state ancora ricevute.

    • 11:40 12:00
      7. Azioni propedeutiche per l'avvio della predisposizione del PTA in base al nuovo statuto 20m

      Il Presidente fa presente che alla luce dell'entrata in vigore del nuovo Statuto, occorre rivedere l'iter per la predisposizione del PTA già avviato dal Direttore Scientifico, per rendere il flusso coerente con le nuove norme statutarie.

      A questo proposito il Presidente illustra una sua relazione (in allegato) che sottopone all'approvazione del CdA come "Disciplina interna del flusso procedurale per la predisposizione del PTA e dei suoi aggiornamenti."

    • 12:00 12:10
      8. Disciplina interna per la stipula di Convenzioni locali da parte delle Strutture 10m

      Relaziona il Presidente, e fa presente che in base all'Art. 2, comma n) del nuovo Statuto "il CdA stabilisce i criteri, le procedure e le modalità di approvazione delle convenzioni e gli accordi con le Università e gli altri Enti e organissmi pubblici o privati nazionali o internazionali". Allo scopo di snellire e decongestionare l'attività ordinaria, il Presidente propone che le due Direzioni di concerto elaborino i nuovi criteri, in cui le convenzioni stipulate dalle Struttura senza oneri, o entro limiti di oneri di struttura da definire, possano essere sottoscritte in autonomia dai Direttori di Struttura. Il CdA approva e si da mandato alle due Direzioni di predisporre una bozza che il Presidente sottoporrà al prossimo CdA utile.

    • 12:10 12:20
      9. Rinnovo della Convenzione quadro con ASI 10m

      Il Presidente ricorda ai Consiglieri che la scadenza dell’Accordo Quadro ASI/INAF è ormai imminente (fine ottobre). L’Art 7, comma 1, dell’Accordo stabilisce che “…potrà essere rinnovato, mediante scambio di note tra le Parti, prima della scadenza naturale, per un periodo di ulteriori cinque anni, previa deliberazione degli Organi competenti di ciascuna Parte”. Tenuto conto della proficua collaborazione fra i due Enti e della portata degli Accordi Attuativi in essere e di quelli che si prospettano, il Presidente ha avviato il carteggio con il Presidente dell'ASI Battiston, preannunciando che la cosa sarabbe stata portata all'attenzione del CdA odierno. Si allegano i documenti di riferimento. La versione dell'accordo quadro in approvazione è quella originaria, integrata soltanto con quanto concordato nell'Atto aggiuntivo siglato nel 2016.

      Segue Delibera

    • 12:20 12:40
      10. Modello di gestione di SRT, rapporti con ASI e attività propedeutiche in vista del PON 20m

      Il Presidente illustra ai Consiglieri il quadro strategico connesso al radio telescopio SRT: a) l'ASI procede nello sviluppo delle attività, e ha pubblicato di recente un bando per due posizioni di Tecnologo a Tempo Indeterminato per l'Unità ASI che opera in Sardegna; b) l'ASI ha inserito una nuova attività nel contesto dell'Accordo Attuativo dell'ASDC, per sviluppare i data base dei dati del DSN che saranno acquisiti con SRT, con il coinvolgimento dell'INAF; c) è ormai imminente da parte del MIUR la conclusione della selezione del PON per le infrastrutture del PNIR, ed è stato raccomandato di avviare intanto la predisposizione di tutta la documentazione tecnica necessaria per le gare.

      Inoltre, è imminente la pubblicazione della "call" per le proposte osservative delle 3 antenne, incluso SRT di cui l'OA-Cagliari sta perfezionando il modello operativo, e di cui si allegano i principali documenti di riferimento.

      A questo proposito, la Direzione Scientifica ha fatto presente che ll'OA-Cagliari necessita di anticipare tramite dei TD-B alcune posizioni per la gestione di SRT e necessita di attivare alcune posizioni TD-A per attività a termine, di cui si allega una sintesi che il DS illustrerà nei dettagli nel punto successivo all'OdG, e che il Presidente raccomanda di approvare. Il CdA approva e da mandato alle due Direzioni di tenere conto delle figure TD-B in sede di ripartizione delle posizioni IV-VIII previste nel PTA fra le Strutture di Ricerca.

    • 12:40 12:50
      11. Esame richieste di deroga alle linee guida per bandire TD ed Assegni di Ricerca 10m

      Il Direttore Scientifco illustra le richieste di deroga allegate tra le quali le schede predisposte dall'OA-Cagliari di cui il Presidente ha gia presentato una sintesi, e dichiara, per queste, la sua valutazione positiva di sostenibilità e di coerenza delle proposte pervenute.

      Il Presidente propone l'approvazione. Il CdA approva.

    • 12:50 13:00
      12. Linee guida per la programmazione pluriennale della DS 10m

      Il Presidente ricorda che col D.M. 92 del febbraio 2018, l’INAF ha incassato un budget “una tantum” nella misura dei circa 12 Milioni di Euro, corrispondente alle quote premiali 2016 e 2017. Allo stesso tempo, a partire dall’esercizio 2018, il FOE dell’INAF include a regime una quota di circa 5.3 Milioni di Euro corrispondente all’ex quota premiale del 7% del FOE degli EPR, che il Ministero ha stabilito di non assegnare più su base competitiva. Va anche ricordato che, in base alle disposizioni del Decreto di Riparto del FOE del 24 luglio, a partire dall’esercizio 2018 la quota premiale in questione va destinata alle stabilizzazioni previste dall’art. 20, commi 1 e 2 del decreto legislativo 25 maggio 2017, numero 75, coprendo sia i costi salariali ordinari sia quelli accessori.

      Nella relazione allegata il Presidente sintetizza le linee di indirizzo proposte per l'utilizzo di parte della quota "una tantum", e alcune iniziative meglio approfondite nei punti successivi dell'OdG.

      Su richiesta del Presidente, il DS allega una sua relazione programmatica sull'utilizzo della quota di budget una-tantum in questione e una proiezione dei costi fissi della DS per gli anni successivi. Il CdA approva di coprire per il 2018 e il 2019 il budget mancante per i progetti in itinere con la quota "una-tantum" discussa, e rileva la necessità di reperire risorse aggiuntive per gli anni successivi. Rimangono economie disponibili sulla stessa quota "una-tantum" per finanziare nel 2018 2019 un PRIN, TECNOPRIN e TDIN generalisti aperti a tutte le attività, per i quali il DS stima un budget totale dell'ordine di 2 Milioni. Rimane anche margine per le altre iniziative proposte dal Presidente, di cui ai punti successivi.

    • 13:00 13:10
      13. Budget e indirizzo per un bando competitivo per l'innovazione (Art 39 Regolamento IP) 10m

      Il Presidente ricorda che il Regolamento dell'INAF per "la gestione, tutela e valorizzazione della proprieta' intellettuale e della incentivazione della innovazione" (allegato), all'Art 39, comma 1, stabilisce che " Al fine di facilitare l'incubazione dell'innovazione intramoenia, ovvero nel contesto dell'attivita' di ricerca dell'Istituto, con il presente regolamento viene istituito il «bando competitivo per la innovazione», destinato a finanziare la costituzione di progetti di ricerca, della durata massima di 12 mesi, per lo sviluppo di potenzialita' applicative diverse dall'ambito astronomico", e che al comma 2 dello stesso articolo è stabilito che: "Il consiglio di amministrazione deve prevedere, annualmente, l'ammontare del fondo, destinato al finanziamento del bando ed il numero massimo di progetti finanziabili". In via sperimentale, il Presidente chiede pertanto al DS di riferire sulla potenziale domanda e sul budget allocabile. Il bando sarà emanato dal Presidente ai sensi del comma 5 dello stesso Art. 39.

      Preso atto della disponibilità di budget e della potenziale domanda, illustrate dal DS, il CdA Delibera e da mandato al Presidente di emanare il bando ai sensi del regolamento citato. Il DS propone un budget totale da allocare fino a 500k per il biennio. Si propone al DS di procedere con una richieste di lettere di intenti da parte della comunità, per sondare gli interessi e definire l'iniziativa.

    • 13:10 13:30
      14. Ipotesi di un programma nazionale di contibuti di ricerca post-laurea o post-dottorato "a sportello" 20m

      Il Presidente illustra la sua proposta, come da relazione allegata. Il DS, su richiesta del Presidente preannuncia le sue valutazioni sul budget allocabile nella misura di 250k per una prima annualità

    • 13:30 13:40
      15. Ipotesi di un programma nazionale di Assegni di Ricerca 10m

      Il Presidente illustra la sua proposta come da relazione allegata. Il DS, su richiesta del Presidente preannuncia le sue valutazioni sul budget nella misura di 500k per una prima tornata di assegni biennali.

    • 13:40 13:50
      16 Nomina della Commissione per le selezioni dei Direttori dell'Osservatorio d'Abruzzo e di Catania 10m

      Si prende atto della nota della Dr.ssa Messineo in relazione alla scadenza del mandato del Direttore di Catania. Il Presidente chiede al Dg di relazionare.
      Il Presidente propone la Commissione di ascolto per le due selezioni nelle persone del Consigliere Coccia e del Consigliere Giovannini.

      Il CdA approva, segue Decreto

    • 13:50 14:10
      17. Avvio delle procedure per la definizione dei "Raggruppamenti Nazionali" 20m

      Il Presidente ricorda che in base all'Art 21, comma 2, del nuovo Statuto, i raggruppamenti nazionali sono definiti con Delibera del CdA, sentito il parere del Consiglio Scientifico.

      Il Presidente annuncia al CdA che formulerà la sua proposta da sottoporre al parere del CS e poi alla approvazione del prossimo CdA utile, basandosi in buona parte sulle Macroaree già esistenti, ma che avvierà preventivamente un processo di consultazione con la Comunità per sondare gli interessi all'istituzione di altri Raggruppamenti, a completamento delle attività statutarie dell'Ente, così come definite all'Art 1 dello Statuto.

      Segue discussione.

    • 14:10 14:25
      18. Estensione del contributo alla SKAO Ltd. a seguito della parafatura della convenzione 15m

      Aggiornamento del contributo alla SKAO Ltd. a seguito della parafatura della convenzione.
      Il CdA approva.

    • 14:25 14:40
      19. Estensione dell'accordo con Jive 15m

      Il CdA, in attesa di verificare gli sviluppi relativi alla richiesta di partecipazione all'ERIC-JIVE, approva la proroga, per gli anni 2018 e 2019, del termine di durata del “Collaboration Agreement” tra l’Istituto Nazionale di Astrofisica e il “Joint Institute for Very Long Baseline Interferometry - European Research Infrastructure Consortium” (JIVE-ERIC)”.

    • 14:40 14:50
      20. Comodato d'Uso con il CNR 10m

      Il Presidente invita il DG a relazionare sulla bozza di comodato concordata col CNR e ne propone l'approvazione.

      Segue Delibera

    • 14:50 15:10
      21. Approvazione dei verbali delle sedute di luglio 2018 . 20m

      Il Consiglio di Amministrazione approva i verbali.

    • 14:55 15:15
      22 Richieste delle Strutture di Ricerca 20m
    • 15:10 15:20
      a) Convenzione Osservatorio di Brerea e GOTO per installazione telescopio per divulgazione 10m

      Il Direttore Scientifico illustra la richiesta del Direttore dell'OA-Brera (Allegati).

      Segue Delibera

    • 15:20 15:30
      b) Convenzione Osservatorio di Brera con Touring Club Italiano per l'apertura del museo astronomico di Brera durante i fine settimana 10m

      Il Direttore Scientifico illustra la seconda rchiesta dell Direttore dell'Osservatorio di Brera (Allegati).

      Segue Delibera

    • 15:30 15:40
      c) Convenzione tra INAF Osservatorio di Trieste e SISSA per l'attivazione di una borsa di master in HPC 10m

      Il Consiglio di Amministrazione approva e dà mandato alla Direzione Scientifica di verificare l'eventuale interesse ad una sua estensione temporale, previa verifica della disponibilità di risorse.

    • 15:45 16:05
      d) Accordo di collaborazione tra INAF-Osservatorio di Astrofisica e Scienza dello Spazio di Bologna e l’Istituzione Bologna Musei per la realizzazione di percorsi dedicati al tinkering e incontri formativi rivolti a insegnanti della scuola Primaria, insegnanti di altri ordini scolastici e educatori. 20m

      Il CdA approva la Convenzione.

    • 15:50 16:10
      e) Accordo Quadro di Collaborazione tra l'INAF-Osservatorio Astronomico di Cagliari e l'Associazione Astrofili Sardi 20m

      Il CdA approva l'Accordo.

Your browser is out of date!

Update your browser to view this website correctly. Update my browser now

×